LE MANCE NEW YORK

Come regolarsi con le mance a New York, quanto pagare e perché è importante pagarle.

Photo by Sam Dan Truong on Unsplash
VISITARE.NET vive grazie al supporto dei suoi lettori. Quando effettui acquisti attraverso i link presenti, come quelli di Amazon, riceviamo un piccolo compenso che useremo per comprarci un caffè ☕. Pertanto, vi ringraziamo! Tranquilli, voi non pagherete di più.

LE MANCE A NEW YORK

Un argomento alquanto “fastidioso” soprattuto per noi italiani quando andiamo in vacanza negli States è la gestione delle mance ovvero le TIPs!

Andiamo ad analizzare il termine TIP e scopriamone insieme l’origine.

Prima di tutto come ben potete dedurre queste 3 letterine sono parte di un acronimo per definire un specifico significato:
“To Insure Promptness” ovvero “per assicurare la prontezza” cioè avere un servizio pronto e veloce. Questa scritta appariva anche sui vasi posti sul bancone di alcuni bar americani nel diciottesimo secolo, in cui gli avventori lasciavano qualche dollaro per assicurarsi un rapido e miglior servizio.

Curioso il fatto che l’abitudine americana a lasciare mance non sia nemmeno di origine americana: si dice che sia stata importata negli Stati Uniti da ricconi americani che dopo la guerra Civile (1865) iniziarono a viaggiare in Europa dove lo avevano visto fare ai ricconi europei soprattutto nei ristoranti e quando rientrarono in America cominciarono a fare lo stesso, lasciando mance generose per far vedere ai villici locali che loro erano cosmopoliti.

Interessante notare che si levarono subito voci contrarie, anche sui giornali, condannando un’usanza che si potevano permettere solo i ricchi e che soprattutto andava subdolamente contro l’ideale americano di uguaglianza, visto che manteneva con l’elemosina una classe servile che sarebbe andata a dipendere dalle mance (quindi dalla benevolenza) dei ricchi, cosa che poi col tempo è effettivamente successa. E col tempo le proteste iniziali sono state dimenticate, e la mancia è diventata un’usanza sempre più necessaria.

Ma arriviamo al punto.

mance a new york
Photo by Bimo Luki on Unsplash

È risaputo ormai, stando a quanto detto sopra, che a New York, come nel resto degli Stati Uniti, tutti i lavori di servizio come quello del cameriere, il fattorino, il portinaio, il tassista, le guide turistiche, gli autisti ecc. sono pagate giusto il minimo “sindacale” e il grosso dei loro stipendi dipendono veramente dalla mance/TIPs.

Ma lasciatemi spiegare bene come funziona il tutto, prendendo come esempio il lavoro del cameriere.

Nello stato di New York ai camerieri bisogna garantire un salario di $15/h ca. Considerate le mance, si da al datore di lavoro la cosiddetta “Tip Credit”, ma lo stesso deve pagare $10/h al cameriere, facendo attenzione che con le TIP egli raggiunga quel minimo garantito di $15/h altrimenti il ristoratore deve pagargli la differenza.

Tenete presente che i ristoranti non hanno l’obbligo di assunzione, perciò non hanno grosse spese di personale soprattutto se parliamo di realtà piccole, se invece guardiamo ai grandi ristoranti come potrebbe essere un Cipriani ad esempio, è un’altra storia.

Restiamo sulle realtà medio/piccole che a New York sono poi la maggioranza.

Ogni ristorante si deve comunque tutelare e, per tanto, hanno una sorta di “Employment book” ovvero una specie di libro paga dove registrano le generalità dei lavoratori e le ore di servizio. Pagano di conseguenza un’assicurazione che tutelano loro nella fattispecie, per eventuali infortuni sul lavoro di media/grossa entità mentre il cameriere, il cuoco e il personale in cucina, se vuole una assicurazione sanitaria se la deve pagare di tasca sua.

Tuttavia, per ferie e permessi di varia natura come visite mediche e quant’altro, c’e’ una copertura per il lavoratore riconosciuta dal datore di lavoro fino alle 40h annuali, perciò a conti fatti, considerate una settimana di permessi retribuiti all’anno, comprese le ferie!

Altra cosa interessante da sapere, è che le mance vanno divise tra i rispettivi lavoranti, ovvero il server (il cameriere), il busser (che apparecchia e sparecchia) e il runner (che ti serve al tavolo). Detto ciò capite bene che sul nostro conto, l’importo calcolato dal fatidico 20% della mancia va diviso per tre, e considerate che le mance sono anche tassate.

Concludendo, forse adesso il quadro dell’importanza delle mance negli USA per questo tipo di lavori, ripeto lavori di sevizi, la mancia è davvero parte integrante degli stipendi di migliaia di lavoratori.

GuidaTuristicaNYC
Monia Bonaldo.

Continua a Visitare New York con i nostri articoli!

UNISCITI A NOI!

Hai visitato New York con noi? Scrivici cosa ne pensi.

Iscriviti
Notifica di
0 Comments
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti