LA REGGIA DI VERSAILLES

La destinazione più popolare al di fuori di Parigi

La Reggia di Versailles: introduzione

Patrimonio dell’UNESCO dal 1979, la reggia di Versailles è uno dei luoghi più visitati in Francia al di fuori di Parigi oltre che sede degli incontri internazionali della presidenza francese.

A una ventina di chilometri ad ovest della capitale francese, nella cittadina di Versailles, reggia e giardini meritano una visita fatta con tutta calma nell’arco di almeno una giornata.

Modesto casino di caccia costruito sulla pendice di una collina, di proprietà a fine cinquecento di un nobile fiorentino che metteva a disposizione le sue terre perché i re francesi potessero divertirsi ad organizzare battute di caccia, venne ceduto nel 1623 alla casa reale.

La originaria palazzina di caccia, in mattoni e pietra, venne completamente trasformata da Luigi XIV, il re Sole, che decise di stabilire qui la sede ufficiale del proprio potere.

Il re Sole vi trasferì l’intera corte nel 1682, quando i lavori di ristrutturazione erano ancora in corso. Da questo momento, fino allo scoppio della Rivoluzione francese, la reggia di Versailles rimase la sede del potere francese per tutto il periodo storico conosciuto come Ancien Régime.

Il re Sole, sfidando il malumore dei suoi cortigiani e consiglieri, decise che era meno pericoloso per il re di Francia vivere al di fuori di Parigi, in un posto facilmente difendibile e spostò qui l’intera corte per evitare le rivolte della popolazione parigina dopo l’episodio della Fronda. Voleva trasmettere, lui che era un uomo con il pugno di ferro, l’immagine di una monarchia assoluta incentrata nella figura del re. Il palazzo venne progettato proprio con questa idea, di trasmettere ai visitatori l’immagine del potere e della ricchezza della casata dei Borbone di Francia.

Dopo la sua morte, la reggia Versailles stessa, non ebbero più lo stesso sfarzo e prestigio. Gli altri due sovrani che vissero qui erano deboli e finirono fagocitati dai complotti di corte.

Quando Napoleone divenne imperatore dei francesi nel 1804 considerò di restaurare il palazzo, quasi completamente distrutto nel corso della rivoluzione francese, ma ritenne troppo ingente il costo per riportarlo agli antichi splendori e si limitò a ristrutturare le sue dépendance per farne un luogo di svago.

A ristrutturare la reggia di Versailles fu Luigi Filippo, re dei Francesi fra il 1830 e il 1848, che mai vi abitò perché decise di trasformarlo nel Museo di Storia di Francia voluto per celebrare la gloria della nazione e della sua casa reale.

Napoleone III lo utilizzò per le cerimonie ufficiali, fra cui il banchetto in onore della regina Vittoria d’Inghilterra nel 1855.

Durante l’assedio di Parigi, nella guerra franco-prussiana del 1870, fu usata come quartiere generale dall’esercito nemico. I tedeschi occuparono il palazzo fino al marzo del 1871 quando venne firmato l’armistizio. Più volte nel corso della sua storia fu vittima di distruzioni e saccheggi.

A Versailles, reggia e giardini ospitarono tutti i protagonisti della Prima Guerra Mondiale il 28 Giugno 1919 quando venne qui firmato il Trattato che poneva fine alla guerra.

Le stanze della reggia sono 372 ma non sono tutte visitabili. Su Google Arts and Culture è possibile fare un giro virtuale dell’intero palazzo per scoprirne i tanti capolavori. Le stanze aperte al pubblico, al momento, sono solo quelle più importanti. Essendo ancora oggi sede di eventi ufficiali è un palazzo completamente arredato, con il mobilio originale aggiunto e rinnovato nel corso dei secoli.

Il parco della reggia di Versailles oggi ha una estensione di 815 ettari ma prima della Rivoluzione francese gli ettari che facevano parte del palazzo erano più di 8000. Del parco, oltre ai 93 giardini, fanno parte le costruzioni architettoniche del Grand e Petit Trianon (che furono residenza di Napoleone) e l’Hameau de la Reina (una casa di campagna con tanto di animali voluto da Maria Antonietta, dove visse con i figli).

LA REGGIA DI VERSAILLES, SALTA A:

DOVE SI TROVA LA REGGIA DI VERSAILLES

La reggia di Versailles (in francese: Château de Versailles) si trova nella città di Versailles, nel dipartimento delle Yvelines, nella regione dell’Île-de-France, in Francia. Versailles si trova a circa 20 chilometri a sud-ovest di Parigi. Di seguito la mappa.

Booking.com

LA REGGIA DI VERSAILLES - COSA VEDERE

la reggia di versailles

Photo by Vitor Pinto on Unsplash

Una visita all’interno della reggia di Versailles dura circa un’ora e mezza per vedere le sale principali. E’ permesso fare foto ma senza utilizzare il flash. Il palazzo è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9 alle 17.30. Il martedì è il giorno con più afflusso di visitatori anche perché i principali musei di Parigi, a partire dal Louvre, sono chiusi.

La visita alle scuderie e alla Galleria delle carrozze, aperte dalle 12.30 alle 17.30, è gratuita per tutti. Da novembre a marzo, si può visitare gratuitamente anche la reggia di Versailles, la prima domenica di ogni mese.

Le principali sale da visitare sono:

  1. la galleria degli specchi, forse la sala più fotografata dell’intero palazzo. Questo lungo corridoio, sulle cui pareti sono appesi ben 357 specchi di varie forme e dimensioni, fu il palcoscenico su cui venne firmato il Trattato di Versailles che pose fine alla Prima Guerra Mondiale. Fu uno dei pochi eventi ufficiali ospitati in questa sala di proporzioni gigantesche. La galleria, durante l’Ancien Regime, venne infatti utilizzata come luogo di passeggio e di incontri fra i cortigiani, quasi mai in cerimonie ufficiali anche se il suo lusso e la sua grandezza erano stati voluti proprio per trasmettere ai visitatori l’idea della ricchezza e della potenza della Francia. Di notte, la galleria era illuminata da più di 3000 candele.
  2. il salone della Pace e quello della Guerra. Sono due salotti gemelli, posti uno di fronte all’altro. Il salone della Pace, i cui soffitti ricordano la generosità della Francia nel concedere la pace alle nazioni sottomesse, apre l’accesso al Grand Appartament du Roi.Il salone della Guerra, dalla parte opposta, con il suo magnifico soffitto a cupola, contiene un bassorilievo in marmo bianco di Luigi XIV a cavallo.
  3. la camera da letto della regina. Al centro della stanza si trova l’enorme letto a baldacchino in stile rococò, con decorazioni in oro zecchino, dove le regine di Francia dovevano partorire il figlio reale di fronte a tutta la nobiltà riunita. Il parto, infatti, come ogni altra pratica della vita quotidiana dei re francesi, non era un fatto privato ma doveva avvenire di fronte all’intera corte. Sopra il caminetto in marmo si può ammirare il busto della regina Maria Antonietta, che in realtà non volle vivere qui a palazzo perché trovava soffocanti i rituali di corte e si fece costruire nei giardini una fattoria, ancora oggi visitabile.
  4. Gli appartamenti del re. E’ la parte più antica del palazzo, nel cuore della reggia di Versailles. La camera da letto, un vero e proprio trionfo di decorazioni in oro e di broccati preziosi, è comunicante con la sala delle guardie reali, incaricate di proteggere il re. A lato si trova le Cabinet du Conseil, inizialmente il locale dove venivano custodite le parrucche di Luigi XIV, poi diventata la sala delle riunioni con i consiglieri più stretti del re. Di tutte le stanze che fanno parte dell’appartamento del re, modificate via via nel corso del tempo, è l’unica che ancora rispecchia il gusto in fatto di arredamento del re Sole. Poco più in là si può vedere il bagno privato del re, piuttosto grande perché doveva ospitare tutte le mattine una serie di funzionari che assistevano il re durante le abluzioni mattutine. Esisteva ai tempi del re Sole un vero e proprio protocollo, che teneva conto della importanza del singolo cortigiano, per potervi assistere.
  5. La sala dei giochi. Inizialmente questa sala ospitava il Cabinet des Curiosités, la collezione privata di quadri e oggetti strani, molti provenienti dall’estero, di Luigi XIV. Fu poi convertita dal suo successore in una stanza, in comunicazione con quella dove si trovava il biliardo (gioco molto amato dal re Sole), dove si riunivano i nobili dopo cena per gustare caffè e alcolici, giocando a carte e a tric trac (un gioco antichissimo che si gioca ancora oggi soprattutto in oriente, con pedine e dadi su un tabellone, chiamato tabellone reale).
  6. La Cour de marbre, il cortile interno forse più bello dell’intera reggia di Versailles, situato nella parte antica del palazzo, con il suo pittoresco pavimento in marmo bianco e nero. Qui venivano messi in scena gli spettacoli teatrali davanti al re e alla corte.
  7. La Cour d’honneur, la corte d’onore cioè l’entrata principale del palazzo. E’ delimitata dalle Ailes des Ministres, una coppia di edifici identici posti ai due lati del cortile, voluti da Luigi XIV per ospitare i ministri del regno e poter governare direttamente dal palazzo, senza doversi recare a Parigi. Una cancellata, la grille d’honneur , la separa dalla Place d’Arms, la piazza dove si tenevano le esercitazioni militari, mentre la grille royale la separa dalla Cour Royale
  8. Il Cabinet dorè e il Cabinet de la Méridienne, voluti entrambi dalla regina Maria Antonietta e situati vicino alla camera da letto della regina, il primo era lo studio privato dove Maria Antonietta prendeva lezioni di clavicembalo e di arpa mentre il secondo era il salottino preferito dalla regina.
  9.  

I GIARDINI DELLA REGGIA DI VERSAILLES

A Versailles reggia e giardini richiamano tutto l’anno turisti e visitatori anche se la primavera rimane il periodo migliore per visitare gli splendidi giardini, che contano 42 chilometri di sentieri e 55 bacini di acqua.

La visita ai giardini è gratuita. L’unico spettacolo a pagamento è il concerto delle Fontane Musicali (da fine marzo a fine ottobre, il martedì, il venerdì e il fine settimana, nonchè per le feste nazionali). Molto spesso, soprattutto in estate, la reggia di Versailles ospita concerti e spettacoli nei suoi giardini.

Per visitare i giardini e le fontane sono necessarie almeno un paio di ore. Si possono affittare le biciclette per fare un giro lungo i viottoli e per arrivare agli edifici esterni (Grand Trianon, Petit Trianon e la tenuta di Maria Antonietta) che distano dalla reggia di Versailles circa mezz’oretta a piedi o 15 minuti se si prende il trenino che percorre i sentieri principali del parco.

I picnic non sono consentiti all’interno dei giardini della reggia di Versailles ma solo nel parco al di fuori della tenuta, quello che si trova di fronte all’Orangerie.

I giardini, disegnati da André Le Nôtre, lo stesso che progettò i giardini de las Tuileries, incantano e meravigliano con le sculture, le aiuole, le fontane e i loro giochi d’acqua. All’interno del giardino scorre un lungo canale dove Luigi XIV era solito navigare utilizzando vascelli in miniatura.

All’interno del giardino si possono ammirare:

  1. il Grand Trianon, una graziosa dépendance in marmo rosa e porfido, in stile italiano, che Luigi XIV fece costruire per fuggire all’opprimente vita di corte. Venne poi utilizzata da Napoleone come luogo per rilassarsi, lontano dai protocolli della corte parigina.
  2. il Petit Trianon, un piccolo castello voluto da Madame de Pompadour, la più celebre favorita del re Luigi XV, che venne costruito accanto al giardino botanico. Era un palazzo molto amato anche da Maria Antonietta, che fuggiva qui con i figli per allontanarsi dai complotti di corte.
  3. il tempio dell’amore, voluto da Maria Antonietta, che si divertiva ad ammirarlo dalla sua camera da letto all’interno del Petit Trianon. Costruito nel 1778 in stile neoclassico, ha dodici colonne corinzie e una cupola ribassata.
  4. il borgo della regina che sorge nei pressi del Petit Trianon, vicino a un laghetto un tempo adibito alla pesca delle carpe e dei lucci. Voluto da Maria Antonietta per avere l’illusione di vivere una vita più semplice e ritirata, è composto da una fattoria, dove ancora oggi vengono allevati animali domestici, una stalla e un mulino circondati da orti e frutteti.

INFORMAZIONI UTILI PER VISITARE LA REGGIA DI VERSAILLES

Versailles reggia in treno – Il modo più veloce per raggiungere Versailles se non si ha a disposizione un auto è il treno. La stazione più vicina alla reggia è Versailles Rive Gauche che vi permette di arrivare al palazzo in 5 minuti camminando. Da Parigi a Versailles Rive Gauche con la RER la linea da prendere è la C. La stazione più comoda a Parigi per prendere la RER C è quella di St. Michael – Notre Dame, ma si può optare anche per Musée d’Orsay, Invalides e Champs de Mars- Tour Eiffel. C’è un treno ogni 15 minuti e il viaggio dura circa 35 minuti. Assicuratevi di comprare i biglietti della RER validi per coprire le zone 1-4.

Versailles in macchina – L’autostrada che collega Parigi a Versailles è la A13. A seconda del punto di partenza, da Parigi a la reggia di Versailles ci si impiega una quarantina di minuti.

Biglietti – La cosa più conveniente per evitare le lunghe code è acquistare i biglietti direttamente dal sito web della reggia. Ci sono diverse opzioni di biglietto a seconda di quanto si vuole includere. Quello più venduto è il biglietto per la reggia e per il concerto delle Fontante Musicali che si tiene nei giardini

Se vi interessa un biglietto cumulativo con cui visitare più monumenti e attrazioni turistiche, non solo la reggia di Versailles, guardate il sito di Paris pass. Potete scegliere l’opzione che più si addice alle vostre necessità (2, 3, 4 o 6 giorni). La card si attiva alla prima scansione di accesso e rimane valida per tutto il periodo contrattato. Il pass dà anche diritto all’utilizzo gratuito della RER all’interno di Parigi, dalla zona 1 alla zona 3.

DOVE ALLOGGIARE A VERSAILLES

19 Rue d’Orsel, 18th arr.

Situato a soli 200 metri dalla Reggia di Versailles, si trova nel centro di Versailles, a soli 50 metri dalla stazione RER di Versailles Rive Gauche, che fornisce un accesso diretto a Parigi.

Situato nel centro città, a 1 minuto a piedi dalla reggia. Il centro di Parigi è facilmente raggiungibile da 3 stazioni ferroviarie, tra cui quella di Versailles-Rive Gauche, distante 7 minuti a piedi, e dall’autostrada A13. L’albergo ha un garage privato.

Questo hotel offre l’utilizzo gratuito di bicilette ed una meravigliosa vista sul giardino. Ubicato a 1.3 km dalla reggia e 4.5 km dai giardini di Versailles

Se volete scoprire l’area circostante, è possibile partecipare a passeggiate, walking tours e bike tours.

  •  
  • Hotel De Clagny. Situato a Versailles, a 1,4 km dal Palazzo di Versailles e a 2,4 km dai Giardini di Versailles, l’Hotel De Clagny offre la connessione WiFi gratuita in tutte le aree. La struttura dista circa 2,4 km dal Grand Trianon, 1,1 km dal Municipio di Versailles e 1,1 km dalla Prefettura di Yvelines. L’hotel dispone di camere familiari. Al mattino vi attende una colazione continentale o a buffet.

CONCLUSIONI

La reggia di Versailles è una bellissima meta per una gita di una giornata fuori da Parigi. È adatta sia alle famiglie che a  gruppi di persone o singoli viaggiatori. È una meta facile e veloce da raggiungere, e vi permetterà di respirare la storia e la bellezza della Francia. Vuoi visitare o hai già visitato la reggia di Versailles? Scrivici un commento qua sotto!

Ciao, sono Marina e sono originaria di Torino, in Italia. Ho una laurea in economia e ho insegnato contabilità per diversi anni. Grazie al lavoro di mio marito, ho avuto l’opportunità di viaggiare in Europa per un po’ prima di stabilirmi in Spagna otto anni fa. Mi piace esplorare nuovi posti e conoscere nuove culture, ma mi sento a casa qui in Spagna.

Marina
Iscriviti alla Newsletter!
Unisciti al gruppo!
I migliori hotel a Parigi
I Nostri Servizi
Tour Parigi

Con i nostri Tour di Parigi, ti faremo esplorare la città in una maniera completamente nuova!

Deposito bagagli
Assicurazione di viaggio: necessaria?

La tessera europea di assicurazione è veramente sufficiente in caso di problemi?  Ed in caso di furto?

Il modo più efficace, elegante e personale per raccogliere i tuoi pensieri, avventure, foto e video

Pinna ora!
Esplora la maestosità e la grandezza della Reggia di Versailles, simbolo di lusso e splendore. #ReggiaVersailles #GiardiniVersailles #PalazzoRealeVersailles #StoriaVersailles

Hai visitato Parigi con noi? Scrivici cosa ne pensi.

Iscriviti
Notifica di
0 Comments
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti