I Giardini di Lussemburgo a Parigi

Cosa vedere, storia, biglietti e orari

VISITARE.NET vive grazie al supporto dei suoi lettori. Quando effettui acquisti attraverso i link presenti, come quelli di Amazon, riceviamo un piccolo compenso che useremo per comprarci un caffè ☕. Pertanto, vi ringraziamo! Tranquilli, voi non pagherete di più.

I giardini di Lussemburgo a Parigi

Nonostante Parigi sia una grande metropoli con più di 2,14 milioni di abitanti, possiede una quantità di parchi pubblici enorme. Chi c’è già stato lo sa e chi per la prima volta visita Parigi, si accorgerà di quanto verde è questa città.

I parigini adorano stare nei parchi in qualsiasi periodo o giorno dell’anno. C’è chi legge, chi fa jogging, bambini che giocano, classi di scuole che fanno lezione, pic-nic o chi semplicemente si rilassa su un prato.  In alcuni parchi come quello dei Giardini di Lussemburgo e ai Giardini des Tuileries troverete sparse delle sedie in alluminio verde ad uso pubblico. Queste sedie vengono proprio chiamate sedie Lussemburghesi.

Nel solo parco dei Giardini di Lussemburgo di Parigi ce ne sono 4500 in 3 varianti: sedia, poltrona con schienale inclinato e poltrona con schienale dritto. In passato l’uso delle poltrone era a pagamento ma dal 1974 sono diventate gratuite.

I Giardini di Lussemburgo a Parigi si trovano tra il quartiere Latino e Saint Germain des Prés, vicino al Pantheon e alla Sorbona. Proprio per questo motivo i Giardini di Lussemburgo sono molto frequentati da giovani studenti di ogni età.

Ma prima di esplorare i giardini di Lussemburgo a Parigi, per non perdervi nulla del resto della città, vi consigliamo la completissima guida Lonely Planet!

I GIARDINI DI LUSSEMBURGO A PARIGI. SALTA A:

Giardini di Lussemburgo Parigi: La Storia

Iniziamo proprio dal suo nome per conoscere la storia dei giardini di Lussemburgo. Siamo agli inizi del 1600, Maria de Medici, già vedova, stanca di vivere al Louvre e con nostalgia della sua Firenze, decide di costruire una nuova residenza in campagna, che le ricordi Palazzo Pitti e i Giardini di Boboli dove trascorse la sua infanzia.

Lo spazio adeguato per costruire il nuovo palazzo era nella zona dove sorgeva l’Hotel Lussemburgo. Venne acquistato ed ampliato in soli due anni dal 1615 al 1617.

Successivamente subì delle trasformazioni: durante la rivoluzione francese il palazzo fu utilizzato come prigione, e durante la seconda guerra mondiale come caserma. Venne anche costruito un bunker nei giardini e nel 1958 divenne la sede del senato francese.

i giardini di lussemburgo a parigi cosa vedere e fare
@ 2024 Elisa Delborghi. I giardini di Lussemburgo a Parigi, cosa fare e vedere

I Giardini di Lussemburgo: cosa vedere

I Giardini di Lussemburgo si estendono per 23 ettari di giardini alla francese e all’inglese. Sono molto estesi e sono un museo a cielo aperto. Sono talmente ricchi di arte e vegetazione che vengono effettuate delle visite guidate, sul sito trovate le date relative ad ogni mese, solitamente il giorno è il mercoledì.

Cosa vedere ai giardini di Lussemburgo di Parigi avrete solo l’imbarazzo della scelta: statue di ogni genere, Bocca della verità, la famosa Fontana Medicea, la Fontana dell’Osservatorio,  il palazzo del Senato e L’Orangerie con la sua collezione di orchidee, i suoi frutteti, il museo del Lussemburgo,  la scuola dell’Apiario.

Ancora prima di entrare nei giardini di Lussemburgo, tra le Porte Saint-Michel e Porte Odéon sulle grate che delimitano il giardino ci sono dei pannelli appesi con mostre fotografiche che cambiano ogni quattro mesi.

Sul sito trovate una mappa con il percorso per incontrare nel vostro tragitto le 102 statue che arredano i giardini. Potrete incontrare una delle tante copie della Statua della Libertà (in misura ridotta), il busto di Baudelaire, di Beethoven  e tanti altri artisti, musicisti, personaggi storici illustri.

Proprio a destra del palazzo del Senato vi troverete  davanti alla Fontana Medicea: porta questo nome dalla sua creatrice Maria de Medici. La regina voleva ritrovare l’atmosfera dei giardini della sua infanzia e fece costruire una grotta simile a quella dei giardini di Boboli di Firenze.

Chiamata successivamente Grotta di Lussemburgo, è costituita da una lunga vasca fiancheggiata da alberi che la trasformano quasi in una grotta terminando con una nicchia con la statua di due innamorati osservati da Polifemo.

La fontana che vediamo oggi non è quella che fece costruire Maria de Medici; nel corso della sua esistenza subì diverse trasformazioni e venne anche spostata di 30 metri dal Barone Haussmann durante i lavori di riqualificazione urbana.

La Fontana dell’Osservatorio venne proposta dal Barone Haussmann e il suo nome deriva dalla vicinanza all’osservatorio. Siccome nel giardino ci sono i busti di personaggi famosi, anche questa fontana vuole rendere omaggio agli esploratori come Marco Polo e Cavalier de la Salle.

Le statue della fontana rappresentano quattro donne,  una per ogni continente. Alla base cavalli marini, delfini e nella vasca piccole tartarughe.

Il Palazzo di Lussemburgo fu la residenza di Maria de Medici, mentre oggi è sede del Senato. È possibile visitare il palazzo del Senato e le sue serre solo 2 giorni l’anno, nelle giornate europee del patrimonio. La visita è gratuita.

Ci sono ancora molte cose da vedere e da fare ai giardini di Lussemburgo. Davanti al Palazzo del Senato c’è un laghetto dove i bambini possono far galleggiare le barchette a noleggio o semplicemente rilassarsi sulle sedie lussemburghesi.

Dobbiamo ringraziare ancora una volta la nostra Maria de Medici che si preoccupò di far costruire un acquedotto mediceo per l’approvvigionamento idrico.

L’Orangerie è un ricco giardino d’inverno, limonaie, arancerie, orchidee adornano questo giardino. Anche questo è merito di Maria de Medici, amante della botanica.  Ospita regolarmente delle mostre (consultare il sito per le esposizioni).

Il Museo del Lussemburgo, costruito per volontà di Maria de Medici, fu un crocevia di esposizioni di maestri italiani, francesi,fiamminghi. Nel 1750 fu il primo museo aperto al pubblico. Si susseguirono diverse esposizioni e anche un periodo di chiusura.

Il Senato delegò  la gestione del museo alla Réunion des musées nationaux – Grand Palais. Attualmente sono previste 2 mostre all’anno con temi particolari sulla modernità del XX secolo, fotografie e altro ancora. Sul sito trovate tutte le informazioni sulle mostre presenti.

Se vi appassionano le api troverete la scuola dell’apiario. Fin dal 1856 questa scuola produce miele che viene venduto durante la mostra autunnale nel giardino dell’ aranciera.

Nel padiglione Davioud, potrete partecipare a corsi gratuiti di orticoltura della scuola lussemburghese.

Pensate di aver finito? Volete ascoltare musica dal vivo? Vengono organizzati concerti nel chiosco della musica, consultate il sito per le date.

Consultate la mappa dei giardini per trovare i tavoli con le scacchiere già disegnate portate solo gli scacchi.

 Se siete sportivi potrete giocare a bocce o birilli, pallacanestro e tanto altro.

Per i più piccoli potete organizzare una caccia al tesoro ( sul sito c’è una mappa), fare un giretto su un pony, assistere ad uno spettacolo di marionette, e poi ancora altalene, giochi vari.

Ovviamente non si sono dimenticati neanche di loro… difatti all’interno dei giardini di Lussemburgo a Parigi potrete trovare un’area dedicata ai cani.

i giardini di lussemburgo a parigi cosa vedere e fare
@ 2024 Elisa Delborghi. I giardini di Lussemburgo a Parigi, cosa fare e vedere

I Giardini di Lussemburgo a Parigi: biglietti

I giardini di Lussemburgo di Parigi sono di proprietà del Senato e nonostante siano privati l’accesso al pubblico è libero. Tutti i parchi pubblici di Parigi sono gratuiti.

i giardini di lussemburgo Parigi
@ 2024 Elisa Delborghi. I giardini di Lussemburgo a Parigi, la fontana medicea

I Giardini di Lussemburgo a Parigi: orari

Gli orari dei giardini di Lussemburgo di Parigi variano ogni 15 giorni, in base all’allungarsi delle giornate, ma principalmente sono aperti dalle 8 del mattino fino 18.00 in inverno o alle 21.30 in estate. Consultate il sito per avere tutti gli orari e tutte le attività dei giardini concerti, mostre, eventi.

I giardini di Lussemburgo si possono raggiungere in diversi modi:

  • la metropolitana: stazione Odéon (linee 4 e 10), stazione Mabillon (10) e stazione Saint-Germain-des-Prés (4);
  • RER B: stazione Lussemburgo-Sénat;
  • Autobus: 21, 27, 38, 58, 82, 83, 84, 85, 89.
 

Il museo di Lussemburgo che si trova all’interno dei giardini, è aperto solo quando ci sono le esposizioni , generalmente tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.00.

L’ingresso al museo prevede l’acquisto di un biglietto al costo di 14 euro, fino a 16 anni gratuito.

I Giardini di Lussemburgo a Parigi: alloggi

Quando vi accingente a Visitare i giardini di Lussemburgo a Parigi o più in generale la città, l’alloggio è fondamentale. Qui di seguito potete vedere una mappa degli hotel disponibili nelle vicinanze dei giardini, e scegliere quello di vostro gradimento.

Booking.com
Alloggi nei pressi dei giardini di Lussemburgo a Parigi

CONCLUSIONI

Parigi è una città ricca di verde, oltre a questo meraviglioso giardino ci sono tantissimi altri luoghi verdi come il Jardin de Plants, Parc Monceau, Champs de Mars da cui ammirare la Tour Eiffel, Giardini Trocaderò, Parc de la Villette, Parc de Buttes- Chaumont, Parc Belleville, Parc du Bagatelle, Bois de Boulogne… e questi sono solo alcune dei quasi 400 parchi presenti a Parigi!

Vi accorgerete che per vivere Parigi non solo come semplici turisti, ma assaporando la vera vita, dovrete frequentare qualche parco durante la vostra visita. Organizzate un pranzo, una merenda, qualche momento di relax come veri parigini.

Elisa Delborghi

Ciao, sono nata il secolo scorso in un paesino della pianura padana. Da molti anni vivo in montagna in val Seriana in provincia di Bergamo e la passione per i viaggi non si è mai esaurita, anzi ha contagiato marito e figlio.

Elisa
Iscriviti alla Newsletter!
Unisciti al gruppo!
I migliori hotel a Parigi
I Nostri Servizi
Tour Parigi

Con i nostri Tour di Parigi, ti faremo esplorare la città in una maniera completamente nuova!

Deposito bagagli
Assicurazione di viaggio: necessaria?

La tessera europea di assicurazione è veramente sufficiente in caso di problemi?  Ed in caso di furto?

Il modo più efficace, elegante e personale per raccogliere i tuoi pensieri, avventure, foto e video

Pinna ora!

Hai visitato i giardini di Lussemburgo? Raccontacelo!

Iscriviti
Notifica di
0 Comments
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti